Tinta per capelli: quanto incide sulla loro salute?

    Tutti i segreti per una tinta per capelli che non sia dannosa!

    Si sa, alla vista dei primi capelli bianchi molte persone pensano subito di ricorrere a una tinta per capelli per ritardare l’effetto sale e pepe. Spesso, però, si decide di procedere con una tinta anche per sentirsi più a proprio agio, desiderando di raggiungere una sfumatura o un colore che ci fa stare bene e ci fa sentire più belli. Ma quali sono i danni provocati dalla tintura per capelli? Ogni quanto dovremmo farne uso? Scopriamolo insieme!

    Tinta per capelli: è realmente dannosa?

    Spesso si crede che le tinte per capelli provochino allergie, irritazioni o conseguenze gravi alla chioma. Queste preoccupazioni avevano senso di esistere in passato, quando le colorazioni erano formulate con sostanze pericolose di cui oggi è proibito l’utilizzo.

    Grazie ai progressi della cosmetologia le composizioni delle tinte sono notevolmente cambiate: i coloranti per capelli sono meno rischiosi ed aggressivi e le sostanze in esse contenute sono pensate proprio per proteggere il cuoio capelluto e ridurre l’assorbimento cutaneo della tinta, limitando così eventuali effetti indesiderati.

    Un discorso a parte riguarda i colori per capelli per le persone allergiche. Allergie cutanee possono insorgere specialmente nel caso dell’utilizzo di tinte ad ossidazione. Anche in questo caso si tratta di episodi molto più isolati rispetto a quanto accadeva in passato.

    Tra le conseguenze più dannose ricondotte alle tinte per capelli rientra l’eventuale danneggiamento del fusto. Anche in questo caso, è importante specificare che questo problema può sopraggiungere solo nei casi in cui:

    • si utilizzino prodotti coloranti non sicuri;
    • ci si affidi a personale non qualificato;
    • ci si sottoponga troppo spesso a trattamenti di colorazione e decolorazione, che indeboliscono in modo eccessivo la fibra del capello.

    Ogni quanto colorare i capelli?

    Se il colore che avete scelto per i vostri capelli è diverso da quello che avete naturalmente, capire quando è il momento di fare la tinta è fondamentale per il mantenimento del vostro look e per la salute dei capelli.

    Il primo fattore da considerare per decidere ogni quanto fare la tinta è capire la resistenza dei vostri capelli. Se avete i capelli spessi e robusti, infatti, potete permettervi una tinta un po’ più frequente di quelle persone che li hanno più sottili e fragili.

    In linea generale, il consiglio è fare la tinta ogni 4-6 settimane, considerando che i capelli crescono circa 1 centimetro – 1 centimetro e mezzo al mese. Se l’obiettivo è coprire qualche capello bianco, oppure se la tonalità è differente rispetto al tuo colore naturale, questo intervallo di tempo può essere considerato il più adatto. Se invece il colore scelto è molto simile al vostro colore naturale, si possono attendere anche 6-8 settimane.

    Anticipare la tinta rispetto alle quattro settimane potrebbe indebolire i capelli e sfibrarli, causando doppie punte o rendendoli privi di vitalità. Tra le principali conseguenze delle tinte fatte troppo di frequente spesso ci sono la formazione di doppie punte, ma anche la rottura dei capelli perché, come abbiamo detto, la tinta danneggia sempre un po’ il fusto. Se però i capelli bianchi si fanno notare e lo stacco della ricrescita è troppo evidente, si può fare un ritocco solo sulle radici anche dopo 15 giorni.

    Alternative naturali alla tintura per capelli

    In commercio esistono alternative naturali alla tintura per capelli che non danneggiano la chioma, come ad esempio una tinta temporanea o una colorazione all’henné.

    Ovviamente la gamma colori è meno ampia rispetto a quella delle tinture permanenti, ma nel caso in cui i vostri capelli siano fragili sarebbe meglio preferire queste alle altre.

    L'henné copre i capelli bianchi e colora in modo permanente i capelli grazie ad un pigmento naturale: il lawsone, che permette di ottenere sfumature di rosso. Inoltre, aiuta a proteggere e a ristrutturare i capelli, per una chioma più forte, sana e luminosa. Estratta dalle foglie di Lawsonia inermis, la polvere di henné permette di ottenere diverse sfumature di rosso, dal rosso freddo al rosso caldo, dal rubino al ramato.

    Per rinforzare la chioma, irrobustire il fusto e contribuire alla pigmentazione del capello, un trattamento con AnnurKap Vitality è la soluzione ideale, soprattutto nei cambi di stagione. Assumendo le pillole in combinazione all’utilizzo di AnnurKap Vitality Shampoo, la tua chioma risulterà forte e sana, anche dopo le colorazioni!


    Cerchi trattamento per capelli efficace e naturale?
    Scopri la gamma completa AnnurKap Vitality

    • Sep 13, 2022
    • Categoria: Blog
    Carrello
    0
    Non ci sono prodotti nel carrello