CHIUSURA ESTIVA: LE NOSTRE SPEDIZIONI SI FERMANO DAL 4 AL 23 AGOSTO 2021.

    Un’estate al mare… sì, ma con attenzione!

    Capelli e sole: un rapporto controverso che si ripresenta ogni anno. Se i danni del sole sulla pelle sono ormai molto conosciuti, quelli sui capelli passano spesso in secondo piano.

    C’è ancora poca consapevolezza in merito a cosa succeda ai capelli durante la stagione estiva. Le chiome esposte ai raggi UV, alla salsedine e al cloro, infatti, subiscono gli stessi danni della pelle, che possiede però la grande capacità di auto-proteggersi. Il consiglio è quello di non trascurare la chioma, per evitare di arrivare all’autunno con capelli rovinati o spezzati e dover correre ai ripari con tagli drastici.

    Sole e capelli

    In linea generale, il sole è un potente alleato per la nostra chioma: la luce solare consente al corpo di produrre vitamina D e questa, a sua volta, stimola la produzione di cheratina e la conseguente crescita dei capelli. È per questo che spesso i capelli sembrano più belli in estate, dove anche i follicoli piliferi beneficiano dell’esposizione al sole: le cellule epiteliali che aiutano i capelli nella crescita sono infatti note per essere altamente sensibili alla luce UV.

    Altra storia se ci esponiamo troppo o nelle ore più calde: i raggi UV possono danneggiare i lipidi dei capelli, rendendoli secchi e opachi, ed i legami proteici, causando fragilità e facendo sì che si spezzino con maggiore facilità. Inoltre, i capelli trattati con tinte, già privi della loro naturale umidità, hanno maggiori probabilità di diventare crespi, ossidarsi e rovinarsi.

    Quali sono i danni estivi sulla nostra chioma? 

    Le modifiche delle caratteristiche fisiche dei capelli dovute a sole, salsedine e alta umidità possono essere appurate in prima persona osservando la propria chioma: essa può apparire molto più fragile, propensa alla rottura, meno elastica e meno resistente ai danni meccanici da spazzola e phon. I danni estivi, generalmente, avvengono a 2 livelli: a livello del fusto e a livello del cuoio capelluto.

    Danni a livello del Fusto:

    • Assottigliamento: il fusto viene indebolito dai raggi solari, che danneggiano la cheratina e portano ad un’alterazione delle proteine. Questo determina un cambiamento della composizione chimica del capello, che subisce un effetto di foto-ossidazione e foto-degradazione irreversibile.
    • Disidratazione e secchezza: il mix di raggi solari, umidità, salsedine e cloro rendono fragile il film idrolipidico che protegge il capello, lasciandolo secco, sfibrato, fragile e opaco.
    • Sbiadimento del colore: l’eccesso di radicali liberi prodotti dal sole porta ad una degradazione dei pigmenti ed un conseguente sbiadimento del colore, sia naturale sia artificiale. Questo succede a causa del cloruro di sodio contenuto nel sale marino, che favorisce l’ossidazione. Assistiamo quindi a una vera e propria decolorazione naturale, che purtroppo rende i capelli fragili e secchi.
    • Lunghezze fragili, ruvide, sfibrate e spente: per colpa dell’umidità, del vento e dei raggi solari.

    Danni a livello del Cuoio Capelluto

    Il sole, l’alta umidità e la salsedine surriscaldano il cuoio capelluto, infiammandolo e sconvolgendone l’equilibrio. Anche il microcircolo viene alterato e l’apporto di ossigeno e nutrimento alle radici è più difficile. Un rischio in più, reale per chi ha la chioma molto chiara, è anche quello di scottarsi il cuoio capelluto! Ecco perché è sempre valido il consiglio di non esporsi nelle ore più calde, e di coprirsi sempre la testa con cappelli o bandane.

    Per fortuna non esistono solo conseguenze negative all’esposizione al sole e all’acqua del mare! L’acqua di mare da anche benefici sulla cute: svolge una naturale microstimolazione sul cuoio capelluto e purifica i bulbi e il fusto. I capelli grassi saranno quelli che ne trarranno maggior beneficio, insieme a chi soffre di dermatite seborroica, grazie al mix di sole e acqua del mare, che purifica la cute. 

    Per evitare che i capelli siano molto secchi e crespi, il consiglio è quello di sciacquare sempre i capelli dopo il bagno: i cristalli di sale del mare che rimangono sul fusto somigliano a delle piccolissime lenti roventi che attirano i raggi del sole, portando la tua chioma a disidratarsi.

    Come rimediare se i capelli si sono rovinati?

    Se, nonostante siate stati attenti, di ritorno dalle vacanze i capelli vi appaiono spenti, secchi e sfibrati, il nostro consiglio è quello di iniziare subito un ciclo di AnnurKap Vitality®. AnnurKap Vitality® è un integratore alimentare naturale a base di AnnurtriComplex®, formulato appositamente per essere utile nei momenti in cui i capelli di uomini e donne risultano indeboliti, sottili, sfibrati e con una momentanea tendenza a cadere. Il trattamento risulta utile anche per problemi sorti a seguito di trattamenti cosmetici invasivi, diete sbilanciate o esposizione ad agenti atmosferici avversi e per favorire la pigmentazione dei capelli.

     

    Scopri tutta la gamma di prodotti AnnurKap Vitality®

     

    • Jun 28, 2021
    • Categoria: Blog
    Carrello
    0
    Non ci sono prodotti nel carrello