Parliamo di… Tricotillomania!

    Scopri di più su questo fastidioso disturbo leggendo il nostro ultimo articolo.

    Capita a tutti, quando si è sovrappensiero, di toccarsi i capelli, arrotolare distrattamente dei ciuffi o giocarci. Quando però il gesto diventa più serio, arrivando addirittura a strappare delle ciocche, si è davanti a un problema: la Tricotillomania. Disturbo ossessivo-compulsivo, è spesso sconosciuto ai più ed è stato posto all’attenzione da alcuni personaggi famosi, come Charlize Theron, Katy Perry e anche Colin Farrell, che ne soffrono. Dati recenti hanno evidenziato che circa l’1-2% della popolazione mondiale è soggetta a questo “disturbo ossessivo-compulsivo e disturbi correlati”, com’è stato classificato.

    Una problematica seria, che non colpisce solo i capelli ma che può coinvolgere anche sopracciglia e ciglia, nei casi più gravi i peli in genere compresi quelli degli animali domestici, strappati in maniera ossessiva e continua senza riuscire a smettere.

    Al momento nel nostro Paese, gli esperti hanno dichiarato di non avere ancora abbastanza dati che garantiscono un quadro completo dell’origine del disturbo in sé. Da quel poco che si conosce, si sa che colpisce persone di tutte le età e di entrambi i sessi, anche se le donne sono più portate a chiedere un sostegno psicologico rispetto agli uomini; la Tricotillomania si manifesta per la prima volta attorno ai 12-14 anni con la comparsa del primo ciclo mestruale, un dato che fa pensare che l’origine possa essere nello sbalzo ormonale del periodo. Ma le cause scatenanti sono differenti e non riguardano solo gli ormoni ma anche fattori ambientali, situazioni di profondo disagio e anche predisposizione personale. Gli esperti non hanno quindi ancora individuato l’origine della Tricotillomania.

    La Tricotillomania è presente in due forme: quella focalizzata (focused pulling) e quella automatica (automatic-habitual pulling). Nel primo caso, il tormento dei capelli è causato da eventi negativi, forte stress, depressione o tristezza e lo si fa per distrarsi dai propri sentimenti e pensieri trovando quindi in questo gesto uno sfogo appagante, quasi un senso di pace. Nella Tricotillomania automatica, invece, il gesto è compiuto in maniera involontaria e inconsapevole fino a che la persona non si ritrova con la ciocca in mano. Subentrano quindi senso di colpa e vergogna per il gesto e per non essere riusciti a controllarsi.

    Come affrontare il problema

    Fondamentale è che il disturbo non si cronicizzi, altrimenti diventa molto più difficile da curare e quindi da guarire. Da sottolineare anche il fatto che spesso la Tricotillomania si accompagna ad altri disturbi, come la Tricofagia, l’ingestione dei capelli strappati, o la Onicofagia ossia il mangiarsi le unghie. Per questo la terapia psicologia da seguire dev’essere un percorso personale, di tipo cognitivo comportamentale integrata, che porta a individuare alla base le cause del problema, ad affrontare le emozioni conseguenti e quindi a mettere a punto un metodo per tenere a bada le proprie ansie così da non tormentare più i capelli.

    Oltre alla terapia psicologia, l’altro aspetto del problema che dev’essere affrontato è chiaramente quello fisico. Prima di tutto, infatti, bisogna capire se sono stati compromessi o meno i follicoli oppure se si è davanti a un caso grave che prevede un trattamento tricologico specifico che si prende cura del cuoio capelluto.

    In entrambi i casi, oltre a terapia psicologica e trattamento tricologico ad hoc, risulta fondamentale un’azione d’urto che rinforzi il capello.

    Le AnnurKap Vitality Capsule sono un integratore ad uso quotidiano a base di AnnurtriComplex con estratto naturale di Melannurca che rinforzano la chioma, proteggendola dalla normale perdita annuale e dallo stress ossidativo. Per un’azione più mirata, invece, c’è la Lozione spray Anticaduta, uno spray intensivo sempre a base di AnnutriComplex che si spruzza direttamente sul cuoio capelluto, sia asciutto che bagnato, rinforzando i follicoli e la crescita del capello.

    I trattamenti AnnurKap non rappresentano una soluzione alla Tricotillomania, che va curata necessariamente avvalendosi dell’aiuto di esperti, ma può rappresentare un valido sostegno e portare benefici ai capelli stressati e bisognosi di particolari attenzioni.

     

    Comincia subito il tuo trattamento AnnurKap!

    • Dec 13, 2021
    • Categoria: Blog
    Carrello
    0
    Non ci sono prodotti nel carrello